Siracusa cosa vedere in un giorno

Siracusa è senza dubbio una delle città più belle e antiche della Sicilia orientale, e se immaginiamo questa città come una conchiglia, Ortigia non è altro che la perla ma di lei te ne parlerò più avanti.

Siracusa cosa vedere in un giorno

Siracusa cosa vedere in un giorno

Possiamo suddividere Siracusa in due zone, l’isola di Ortigia e il Parco Archeologico di Neàpolis.

Le due zone sono collegate tra di loro da una navetta ma in alternativa si possono raggiungere a piedi.

  • Parco Archeologico di Neàpolis

Tra le cose da vedere a Siracusa in un giorno troviamo il il Parco Archeologico di Neàpolis. Un museo a cielo aperto che racchiude testimonianze di epoca greca e romana che nei periodi di alta stagione ti consiglio di visitarlo la mattina presto o nel tardo pomeriggio.

E’ possibile visitare il parco in totale autonomia con l’utilizzo di una piccola guida mentre nel caso di un accompagnatore è necessario prenotare prima.

La visita guidata dura all’incirca 1 ora e mezza. L’ingresso è a pagamento ad eccezione della prima domenica del mese in cui è gratuito.

Il parco comprende il Teatro Greco, l’Anfiteatro Romano, l’Orecchio di Dionisio, la Latomia del Paradiso e l’Ara di Ierone.

Siracusa cosa vedere

Il Teatro Greco

Il Teatro Greco di Siracusa è l’attrazione più famosa della città e nel corso della storia ha subito molteplici trasformazioni visibili ancora oggi.

Fu sede di assemblee popolari e processi pubblici e nell’epoca romana ospitò giochi circensi mentre oggi è aperto a tutti coloro che desiderano assistere a rappresentazioni teatrali. 

L’Anfiteatro Romano

L’Anfiteatro Romano è quasi interamente scavato nella roccia ed è il primo monumento che si incontra entrando nel parco.

Purtroppo oggi rimane visibile ben poco ma per avere un’idea delle dimensioni dell’epoca basti pensare all’arena di Verona.

Parco Archeologico di Neàpolis

L’Orecchio di Dionisio

E’ un grotta artificiale scavata nel calcare alta circa 23 metri e la forma ricorda un padiglione auricolare.

La grotta inoltre è dotata di capacità acustiche straordinarie, sembra infatti che il suono all’interno venga amplificato fino a 16 volte.

E sembra siano proprio queste caratteristiche ad aver ispirato Caravaggio durante un breve soggiorno a Siracusa, a darle il nome di “Orecchio di Dionisio”.

La Latomia del Paradiso

Poco distante dal teatro greco troviamo le antiche cave di pietra che all’epoca venivano utilizzate come depositi e prigioni mentre oggi è possibile ammirare una rigogliosa vegetazione.

Le condizioni per i prigionieri erano pessime dal momento che in estate all’interno era troppo caldo mentre in inverno risultava troppo freddo.

L’Ara di Ierone II

Voluto dal re siracusano Ierone II raffigura un altare dedicato agli dei, precisamente a Zeus Eleutherios, divinità principale del pantheon greco.

Isola di Ortigia

  • L’isola di Ortigia

Cosa vedere a Siracusa in un giorno se non Ortigia! Perdersi nella sua Isola è un pò come vivere nel profondo la Sicilia “vera”.

Osservare nello stesso momento il rumore del mare, ammirare le piccole botteghe e le chiese illuminate dal sole ed essere circondati dalla natura è qualcosa di magico.

Il Ponte Umbertino è ciò che collega l’Isola di Ortigia dalla terraferma ed è da qui che è possibile iniziare il nostro itinerario alla scoperta di questa seconda parte di città.

Fonte Aretusa

E’ un minuscolo laghetto semicircolare che nasce da una sorgente di acqua dolce e dove crescono spontaneamente piante di papiro, le uniche presenti in Europa.

Dal nome non è difficile capire che questa sorgente è dedicata alla ninfa Aretusa.

Secondo la mitologia infatti, Alfeo era innamorato di Aretusa la quale però non ricambiava il sentimento e per sfuggire da lui chiese aiuto alla Dea Artemide il quale la trasformò in una fonte.

Siracusa cosa vedere in un giorno

Castello Maniace

Dando le spalle alla fonte Aretusa possiamo individuare all’estremità dell’isola, il Castello Maniace.

Costruito nel 1038 come fortino per opera del generale Giorgio Maniace e trasformato nel 1239 in un vero castello da Federico II di Svevia, venne utilizzato principalmente come difesa della città.

Lungomare di Ortigia

Nonostante le meraviglie elencate sopra non dobbiamo dimenticarci dello straordinario lungomare che rappresenta la cornice di questa splendida città, ricco di locali dove poter assaporare la vera cucina siciliana.

Centro storico di Siracusa

Duomo

Passeggiando per Ortigia è impossibile non notare la bellezza del Duomo con la sua facciata in stile barocco.

E’ stato costruito dai greci sui resti di un tempio dedicato alla Dea Atena nel V secolo a.C. e fa parte dei patrimoni dell’Unesco dal 2005.

Non perdere all’interno la pavimentazione in marco che accoglie al centro di essa, l’antico stemma della città di Siracusa.

 

 

 

No Comments

Post A Comment