Copenaghen in inverno : cosa vedere in 3 giorni

Qualsiasi aggettivo utilizzi per rappresentare Copenaghen risulterebbe riduttivo.

La capitale danese ti affascinerà qualunque sia il tuo interesse: culturale grazie ai vari musei presenti nella città, il divertimento del Parco Tivoli o, più semplicemente, il gusto per la modernità. 

Nella parola “modernità” non parlo solo di nuove tendenze, ma di innovazione e rispetto per l’ambiente; si, Copenaghen è una città eco-friendly, amante e rispettosa della Terra, proprio come Lubiana.
Si riscontra nelle piccole cose di ogni giorno: piste ciclabili, autobus elettrici, negozi etc… insomma, ogni settore fa del suo per avere il minor impatto possibile sull’ambiente.

Un altro mondo!

Altra (inaspettata) “chicca” è a livello culinario, ospitando uno dei ristoranti ritenuti migliori a livello mondiale, ma di questo ne parlerò più avanti.

Vista di Copenaghen

Cosa vedere a Copenaghen in 3 giorni

La Sirenetta Copenaghen

  • La Sirenetta

Rappresenta il simbolo della città, ma che dico, di tutta la Danimarca!

E’ ispirata ad una delle fiabe più conosciute a livello mondiale, La Sirenetta di Hans Christian Andersen: la storia racconta dell’amore impossibile tra la figlia del Re Tritone e l’umano principe.

Non c’è molto da aggiungere se non che il percorso per arrivare è davvero suggestivo, anche se la scultura è di dimensioni piuttosto ridotte e lo sfondo alle sue spalle è tutto fuorché fiabesco.

nyhavn Copenaghen

  • Nyhavn

Dopo la Sirenetta, il Nyhavn rappresenta lo scorcio più famoso della capitale danese. I canali sono in gran parte della città ma quest’angolo è il migliore: le luci che colpiscono le casette creano uno spettacolo per gli occhi.

Ho perso il conto delle volte che ho passeggiato lungo l’antico porto…

Nelle stagioni più calde è il luogo maggiormente frequentato dalla popolazione, soprattutto nelle ore serali, grazie ai numerosi locali e ristoranti.

La Torre Rotonda Copenaghen

Rundetaarn

La Torre Rotonda Copenaghen

  • Rundetaarn

La Torre Rotonda (Rundetaarn) è uno dei monumenti più famosi della Danimarca, fu costruita sotto l’ordine del Re Cristiano IV e rappresenta il primo complesso dove si unì una biblioteca universitaria, una chiesa ed un osservatorio astronomico in un solo edificio.

Quest’ultimo è ancora in funzione, infatti è possibile studiare stelle e pianeti grazie al suo antico telescopio; la rampa fatta a spirale invece, è l’unico modo per raggiungere la sommità dell’edificio e ruota per ben 7 volte intorno la Torre!

Mentre percorri la strada per arrivare in cima fermati sul pavimento di vetro, situato all’interno di un pilastro e guarda per terra: sei ad un altezza di 25 metri, oltre a trovarti nel punto zero della Danimarca, da cui partono tutte le misurazioni per le mappe.

Castello di Rosenborg Copenaghen

  • Castello di Rosenborg

Il Castello di Rosenborg è un altro capolavoro  fatto costruire per ordine di Re Cristiano IV all’inizio del 1600 e divenuto immediatamente la sua residenza preferita, ma dal secolo successivo non venne più usata come abitazione bensì come spazio dove i re potessero mettere i propri oggetti più belli e rari. In questo modo tutti gli ospiti potevano ammirare la ricchezza del regno.

Ad oggi non è cambiato molto, l’esposizione è distribuita su vari piani, ognuno con tesori differenti appartenuti a diversi sovrani. Alcune decorazioni ed arredi sono davvero splendidi, una visita è d’obbligo!

christiania copenhagen

  • christiania

Un quartiere libero, fondato negli anni Settanta da un gruppo di hippie che occuparono degli edifici militari abbandonati. Il governo provò svariate volte a liberare il quartiere dagli occupanti a causa dei numerosi dibattiti per la possibilità di fumare liberamente marijuana, ma senza successo.

A me ha deluso molto: troppo caos, disordine, sporcizia e persone poco raccomandabili – ad ogni modo, se hai tempo, fai una passeggiata all’interno del quartiere (ricorda, in determinati luoghi è ASSOLUTAMENTE vietato fotografare, correre ed urlare).

Se hai mai visto Budapest dimmi, ti ricorda vagamente il Szimpla Kert, quel posto pieno zeppo di cianfrusaglie?

Il negozio della Lego a Copenaghen

  • Negozio  Lego

Non è una tappa fondamentale, ma se ti trovi a passeggiare lungo Via Stroget entra ed osserva il negozio Lego (famoso marchio danese), rappresenta uno degli Store più grandi a livello mondiale.

E’ consigliato in particolare per chi viaggia con bambini, internamente infatti possiede dei giochi interattivi che danno la possibilità ai più piccoli di creare e divertirsi.

Vedendolo dall’esterno ero convinta fosse più grande ma per me è stata una buona tappa per acquistare qualche originale souvenir!

Tivoli i giardini di copenaghen

Tivoli – i giardini di Copenaghen

Chiesa di Frederiks Copenaghen

Chiesa di Frederiks

churchillparken Copenaghen

Churchillparken

  • Come spostarsi

Copenaghen è una città relativamente piccola pertanto orientarsi risulta davvero facile. Inutile dire che gli efficienti mezzi di trasporto ti facilitano il lavoro, ma se le temperature te lo permettono, ti consiglio di avventurarti a piedi (o perché no, in bicicletta!).

E’ possibile acquistare un biglietto singolo della durata di mezz’ora (per le zone centrali) o il City Pass valido dalle 24h alle 72h che permette di viaggiare illimitatamente sui trasporti (valido anche da/per l’aeroporto).

E se tutto questo non ti basta, offre l’opportunità di acquistare la Copenaghen Card che, oltre ai trasporti illimitati, fornisce l’ingresso gratuito a molte attrazioni (acquistabile direttamente in aeroporto e in molte strutture alberghiere).

Via Stroget Copenaghen

  • Aeroporto

Copenaghen possiede un solo (ed immenso) aeroporto. 
Questo vuol dire che tutti i voli, internazionali e non partono da qui, pertanto le file al controllo sicurezza sono lunghissime! Prendine atto al tuo rientro in patria e magari non arrivare con i minuti contati.

Per raggiungere il centro città (e viceversa), puoi prendere la M1, che in meno di 15 minuti ti lascia nelle stazioni più importanti della capitale.

Puoi scaricare la pianta dei trasporti dal sito ufficiale.

Cafe Paludan Copenaghen

 

  • Shopping

Anche in questo settore Copenaghen non delude visto che tutti i principali negozi sono raggruppati nel centro storico, precisamente a Stroget, Frederiksberggade, Ostergade e Amagertorv.

Qui è concentrato l’80% della popolazione.

No, dico davvero!

Il motivo è semplice, qui vi sono un gran numero di negozi, caffetterie ed edifici storici, proprio per questo molti giovani trascorrono gran parte del loro tempo qui.

[La maggio parte dei negozi sono aperti dal lunedì al venerdì dalle 10 fino alle 18 – il sabato fino alle 17 e l’unica domenica in cui puoi concederti un po’ di acquisti è la prima del mese]

Torvehallerne Copenaghen

Torvehallerne

  • Dove mangiare

Questa città vanta il maggior numero di stelle Michelin in tutta Europa. Vorrà dire qualcosa? Ad essere sincera non lo so ma ammetto anche di non aver mangiato poi cosi male, dai!

L’unica fregatura è che le cucine chiudono moooolto presto (rispetto agli standard italiani) e questa cosa io la odio (forse  perché sono rimasta senza cena una sera?) ma per il resto i numerosi ristoranti e pub sapranno soddisfare ogni tipo di voglia culinaria.

Il piatto più famoso sono gli smorrebrod: una fetta di pane di segale con il mondo sopra! Ho reso l’idea?

Ti lascio un’immagine cosi puoi valutare tu stesso

smorrebrod Copenaghen

smorrebrod

Il Torvehallerne e il Papiroen sono dei grandi mercati coperti interamente dedicati al cibo: troverai sicuramente qualcosa che ti aggrada perché c’è veramente di tutto, dalla classica pizza, sushi, cucina scandinava, inglese, francese etc…

  • Dove dormire 

Ho trovato Copenaghen una città molto tranquilla quindi la scelta varia solo dalle tue esigenze.

– Norrebro è la zona centrale, strategica per arrivare in qualsiasi punto della città
– Christianshavn non mi è piaciuta molto, forse perché si trova nel quartiere di Christiania
– Indre By è il quartiere che mi ha ospitato durante tutto il soggiorno e credo sia stata la scelta più azzeccata, rimane in zona centrale ma allo stesso tempo è in una zona tranquilla ricco di ristorantini, hotel ed uffici.

 

E’ bene sapere che:

Fuso orario:                           stesso dell’Italia

Moneta:                                  corona danese DKK

Lingua:                                   danese (l’inglese è piuttosto diffuso)

Assistenza sanitaria:            è necessaria la tessera sanitaria

Consolato italiano:               Østergade 24B – 1100  Copenhagen K

 

12 Comments
  • elena - viaggiodolceviaggio
    Posted at 12:11h, 21 Gennaio Rispondi

    Questa città, come tutte quelle nordiche, ha sempre esercitato fascino su di me, ma ancora, chissà perchè, non ho organiozzato una visita. Ti ringrazio per questa mini guida …e torno a guardarmi la foto della “fetta di pane con il mondo sopra”!!! Che fame!

    • cristina
      Posted at 14:23h, 24 Gennaio Rispondi

      ahahah mi dispiace deluderti cara Elena ma quelle “fette di pane con il mondo sopra” per me sono state una delusione: tutto fumo e niente arrosto. Quella con il salmone però è molto buona.
      Direi che è giunto il momento di provare tu stessa!

  • Valentina
    Posted at 15:45h, 21 Gennaio Rispondi

    Che meraviglia Copenaghen! Da troppo tempo sogno di andarci, e ora che so che c’è un bellissimo negozio dei Lego (erano tra i miei giochi preferiti da piccola, e continuo ad amarli anche adesso!), direi che non posso più aspettare! Voglio andarci!

    • cristina
      Posted at 14:24h, 24 Gennaio Rispondi

      Beh la guida ora ce l’hai, i Lego pure, quindi è il caso di dire: Copenaghen ti aspetta!!!

  • Silvia
    Posted at 22:16h, 23 Gennaio Rispondi

    Grazie per il post con informazioni utili per visitare al meglio la città 🙂

    • cristina
      Posted at 14:25h, 24 Gennaio Rispondi

      Ma grazie a te Silvia per essere passata!

  • Falupe
    Posted at 23:55h, 23 Gennaio Rispondi

    Destinazione che sogno di raggiungere da quando ero ragazzo. Mi è sfuggita allora e non sono più riuscito a riprenderla. Ottimi consigli per una visita che spero arrivi presto

    • cristina
      Posted at 14:26h, 24 Gennaio Rispondi

      Fausto mi auguro che il mio articolo ti porti fortuna e che tu possa raggiungere Copenaghen il prima possibile!
      Un bacione

  • Pietrolley
    Posted at 13:10h, 13 Febbraio Rispondi

    Per come sono io, il Nyhavn varrebbe il biglietto aereo.
    Tuttavia finora non mi ha ancora convinto, sarà che preferisco i posti caldi 😛
    In ogni caso non ho mai sentito nessuno parlar male di Copenaghen, quindi in futuro certamente 2-3 giorni in Danimarca li farò 🙂

    • cristina
      Posted at 10:19h, 18 Febbraio Rispondi

      Allora se ami i posti caldi ti sconsiglio vivamente di andarci in inverno, per quanto attrezzata ho sofferto veramente il freddo. Rimane comunque una città particolare e merita sicuramente una visita.
      Un bacione Piè :*

  • Giulia
    Posted at 10:36h, 18 Febbraio Rispondi

    Copenhagen è una delle poche capitali europee che mi manca, vorrei tanto visitarla quest’anno. Mi ispira tutto in realtà, ma sono proprio curiosa di vedere Tivoli Garden 😀 vorrei andarci magari in primavera/estate che già quest’anno ho preso troppo freddo ahah

    • cristina
      Posted at 12:58h, 20 Febbraio Rispondi

      Saggia decisione Giulia! In inverno fa veramente freddo (e tra l’altro il Tivoli Garden è chiuso) quindi si, da primavera è sicuramente il periodo più azzeccato!
      Ti mando un bacione :*

Post A Comment

Confermo di aver letto, compreso ed accettato i termini della Normativa sulla Privacy, qui riportata, ai sensi degli artt. 13 e 14 del GDPR - Regolamento UE 2016/679.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: