Provenza : i luoghi che non puoi perdere(2)

Eccoci con il secondo appuntamento provenzale: se hai perso la prima tappa di questo meraviglioso viaggio tra lavanda e natura, ti riporto al mio precedente articolo.

Se invece sei interessato ad avere tutte le informazioni per organizzare un viaggio in Provenza, questo post fa al caso tuo.

Itinerario Provenza

Lasciamo il Parco Naturale del Verdon per incontrarne un altro altrettanto affascinante: il Luberon, caratterizzato da pittoresche stradine immerse tra fattorie, vigneti, campi di girasole e lavanda.

Prenditi del tempo per ammirare questi paesaggi e poi dirigiti a Roussillon, uno dei villaggi più incantevoli del luogo. Forse troppo.

Roussillon e lavanda

Particolari viuzze ti porteranno tra case tinte di un’ocra brillante, che sotto la luce del tramonto s’illuminano di sfumature rossastre, regalandoti uno spettacolo per gli occhi.

Questo luogo un tempo era considerato uno dei più importanti centri per l’estrazione dell’ocra, oggi rimane attiva una sola ditta. Sei  curioso di vederne una?

 Roussillon lavanda Roussillon lavanda Roussillon lavanda

Roussillon lavanda

Puoi visitare la vecchia cava seguendo il Sentier des Ocres (a pagamento), un percorso (a piedi) di pochi chilometri che ti porterà alla scoperta di questa miniera.

[Ti consiglio di visitarla la mattina presto, lontano dalle ondate di turisti. Indossa un abbigliamento comodo e NON chiaro, l’ocra macchia]

Sentier des Ocres lavanda

Sentier des Ocres lavanda Sentier des Ocres lavanda

Sentier des Ocres lavanda

***********************

Poco distante, un altro borgo domina le campagne del Luberon: sto parlando di Gordes.

Qui, le case di pietra sono prevalentemente occupate da negozi che vendono articoli provenzali, ma puoi sempre perderti alla ricerca di angoli pittoreschi , come la Rue du Belvèdere, che ti regalerà una splendida vista sulla valle.

[il martedi è il giorno di mercato quindi ti consiglio di parcheggiare l’auto prima di entrare nel centro città].

Gordes lavanda

***********************

Qualche chilometro più avanti ti aspetta l’Abbazia di Sènanque, una scelta azzeccata se sei alla ricerca di calma e serenità.

In questa zona, i frati producono lavanda e miele che potrai acquistare nel loro piccolo negozio e, in questo modo, contribuire al loro mantenimento.

Inoltre, durante l’arco della giornata si tengono delle visite guidate in lingua francese (indossa un abbigliamento consono, altrimenti non è possibile entrare) ed è l’unico modo per visitare il monastero.

Se ti rechi in estate, preparati a vedere i campi di lavanda in piena fioritura ma anche a maree di turisti.

***********************

Al di là del Luberon, ti attendono vigneti, mercatini e cittadine collinari.

Il paesaggio che sto per presentarti lo definirei… un’opera d’arte. Non mi vengono in mente altri termini per definire questo luogo.

Un piccolo paesino situato all’interno della vallata di Vaucluse dove l’immensa bellezza ha da sempre ispirato pittori e poeti, tra cui il nostro Petrarca (il Museo di Petrarca mostra quadri che ritraggono il poeta con la sua amata Laura).

La caratteristica più famosa di questo luogo è la Fontaine de Vaucluse: un piccolo specchio d’acqua color azzurro cielo dalle profondità sconosciute (le ultime esplorazioni sono giunte fino a 318 metri).

Per raggiungerla passeggia lungo la via dei negozi fino a scalare una piccola montagna rocciosa, ma presta attenzione, il terreno è scivoloso e dissestato.

[E’ obbligatorio lasciare la macchina nei parcheggi e proseguire a piedi]

Vaucluse lavanda

Fontaine de Vaucluse lavanda

***********************

Meno di 10 chilometri ti separano dalla prossima meta, dove l’acqua e i mulini sono la caratteristica principale di questa cittadina: l’Isle sur la Sorgue, che io definirei un mix tra Venezia ed Amsterdam.

Non a caso fu un antico villaggio di pescatori che videro in questa zona paludosa, un ottimo spazio per costruire case e stabilirsi. Girando per le strade ci sono numerosi negozi di antiquariato, alcuni tra i più famosi della regione.

Mentre ti abbandoni tra i suoi numerosi negozi, non perderti Notre Dame des Anges ed il suo campanile.

Isle sur la Sorgue lavanda

Isle sur la Sorgue lavanda Isle sur la Sorgue lavanda

***********************

La Margelle Lavanda

La Margelle è situata in un’elegante paesino, e tra le tante, questa è la mia struttura preferita. In tipico stile provenzale ma con quel tocco di moderno da lasciarti senza parole.

Camere nuove, letti comodi, pulizia fantastica e se ci aggiungiamo uno staff cordiale cosa vogliamo di più? [possiede un ottimo ristorante, parcheggio auto e Wifi in camera]

***********************

Cosa ti ha colpito di questa seconda tappa?

Preferisci i paesaggi naturalisti, i caratteristici paesini o gli antichi borghi medievali?

Ad ogni modo, non puoi perderti la prossima meta, guarda cosa ti aspetta…

terza tappa lavanda

Articoli correlati:
PROVENZA: come organizzare un viaggio?
PROVENZA: i luoghi che non puoi perdere – 1 parte

lascia-un-commento-con-logo

25 Comments
  • flavia ricciuti
    Posted at 10:22h, 26 ottobre Rispondi

    Ovviamente il Luberon!!! Mama mia sono proprio le tappe che vorrei fare anche io! ti copierò il viaggio ahahahha! belle foto e bello anche l’articolo ovviamente 😉 aspetto il 3 step! 😀

    • iltuopostonelmondo
      Posted at 10:59h, 26 ottobre Rispondi

      Ahahaha Flavia copionaaaa!!! Scherzo, come si fa a saltare anche SOLO una di queste tappe, dimmelo! È impossibile! Un bacione ?

  • inworldshoes
    Posted at 11:04h, 26 ottobre Rispondi

    Queste sono tutte le tappe che ci mancano (insieme alle gorges du verdon) e che dovevamo inserire in un viaggio che è sfumato proprio quest’anno! 🙁
    Che bello il sentiero dell’ocra, sembra veramente un paesaggio americano…e adoro tantissimo anche i paesini! <3
    Bello bello bello!
    Aspetto la prossima tappa, già ho visto due tre cose che amo tantissimo della provenza! *_*

    • iltuopostonelmondo
      Posted at 11:09h, 26 ottobre Rispondi

      Quando percorrevo il sentiero dell’ocra non sembrava affatto di essere in Provenza, per un attimo ho creduto di essere catapultata in Messico! ?

  • Roberta
    Posted at 11:48h, 26 ottobre Rispondi

    Il sentiero dell’ocra deve essere bellissimo da vicino. L’abbazia di Senanque, però, è ciò che mi colpisce di più.. la vera Provenza 🙂

    • iltuopostonelmondo
      Posted at 12:07h, 26 ottobre Rispondi

      Hai colto in pieno Roby! L’abbazia, dopo la Valensole, è il cuore della Provenza!
      Il sentiero dell’ocra per me è stata una rivelazione, uno dei luoghi più particolari visti finora! ?

  • elisaedintorniblog
    Posted at 14:18h, 26 ottobre Rispondi

    Luoghi meravigliosi. Adoro questa zona della Francia e ci ritornerei all’istante!
    Le foto del sentiero delle ocre sono davvero bellissime 🙂

    • iltuopostonelmondo
      Posted at 14:28h, 26 ottobre Rispondi

      Grazie Eli!!! io tornerei con te, come si fa a non rimanere affascinati da tale meraviglia? ❤️

  • L'OrsaNelCarro Travel Blog
    Posted at 16:16h, 26 ottobre Rispondi

    Adorabili i borghetti sull’acqua! Quelli provenzali poi hanno una marcia in più per i profumi e per il cibo! Ma quella terra dal vivo è davvero così rossa? *_*
    PS: non sapevo che il tuo blog sponsorizzasse una ditta di trasporti (foto1) hihihihih! XD XD XD

    • iltuopostonelmondo
      Posted at 16:54h, 26 ottobre Rispondi

      I borghi sono una delle cose che cerco nei miei viaggi: ne ho un debole.
      Se a queste meraviglie aggiungiamo il profumo di lavanda, tutto diventa perfetto!
      PS non ho capito la battuta della ditta di trasporti ? scusaaaa

      • L'OrsaNelCarro Travel Blog
        Posted at 16:59h, 26 ottobre Rispondi

        hahahah il tuo logo sul camioncino bianco nella foto1!!!
        Mi fai morire per dove piazzi il tuo trademark nelle foto! 😀 😀

        • iltuopostonelmondo
          Posted at 17:05h, 26 ottobre Rispondi

          ahahahahaha che occhio!!! Mi credi che da quando me l’hai fatto notare mi diverto a posizionare il “logo” nei punti più improbabili? Mi diverte XD
          Ti adoro!!! 🙂

  • Silvia - The Food Traveler
    Posted at 22:28h, 26 ottobre Rispondi

    Ah mi mangio le mani! Al ritorno da Avignone non ci siamo fermati a Isle su la Sorgue perché eravamo stanchi 🙁 Quando tornerò seguirò i tuoi consigli!

  • Claudia B. Voce del Verbo Partire
    Posted at 22:58h, 26 ottobre Rispondi

    Che meraviglioso itinerario! Sono incantata, ho sognato sulle tue foto e sulle descrizioni.
    Io amo i borghi, mi piace visitarne tanti, in ogni occasione e ovunque mi trovi. Ma non disdegno nemmeno unire questa passione alla scoperta di luoghi naturalistici, per cui il tuo reportage è balsamo per me. E fonte d’ispirazione: conto sempre di raggiungere questi luoghi in moto. Prima o poi raggiungerò l’obiettivo e, prima di partire, ti riempirò di domande 😉
    Claudia B.

    • iltuopostonelmondo
      Posted at 13:50h, 27 ottobre Rispondi

      Ciao Claudia! Ti aspettavo sai? ? ricordo la tua irrefrenabile voglia di scoprirla quindi mi fa piacere continuare a trasmetterti delle sensazioni positive!
      Se affronterai questo viaggio in moto, saró io curiosa di scoprirla! ?
      Bombardami di domande quanto vuoi ❤️

  • Blueberry Stories
    Posted at 13:24h, 28 ottobre Rispondi

    Amo la Provenza e sono sempre alla ricerca di nuovi borghi da esplorare: il tuo itinerario mi è piaciuto tanto, anche perché il Luberon mi fa pensare a un romanzo o a un film, con i suoi angoli poetici 🙂

    • iltuopostonelmondo
      Posted at 15:15h, 28 ottobre Rispondi

      Anche il ho un debole per i borghi ?come ho detto nel primo articolo, in questa terra bisognerebbe tornarci più volte, perchè ogni volta si scopre e ci si innamora di qualcosa di nuovo.
      Spero tornerai a trovarmi la prossima settimana per scoprire le restanti tappe di questo spettacolare viaggio! Un abbraccio ?

  • PROVENZA: i luoghi che non puoi perdere(3) | Il tuo posto nel mondo
    Posted at 10:21h, 02 novembre Rispondi

    […] PROVENZA: i luoghi che non puoi perdere(2) […]

  • PROVENZA: i luoghi che non puoi perdere(4) | Il tuo posto nel mondo
    Posted at 09:11h, 09 novembre Rispondi

    […] toccato l’eleganza, l’arte e i profumi della Costa Azzurra, tesori naturali come Le Gorges du Verdon, campi di lavanda nella zona del Valensole, vigneti e mercatini nella terra del Vaucluse, borghi […]

  • manu
    Posted at 12:35h, 10 novembre Rispondi

    Questa parte della Provenza non l’abbiamo visitata…me ne pento tantissimo!

    • iltuopostonelmondo
      Posted at 12:45h, 10 novembre Rispondi

      Nooooo! Che gran peccato… il Sentier des Ocres è spettacolare, ma cosi come il resto del territorio quindi che dirti? Sicuramente nel tuo percorso c’erano posti altrettanto belli per cui… fortunate noi! (Ghfghfghfgh)
      Un Bacione ?

  • Stamping the world
    Posted at 13:47h, 15 giugno Rispondi

    No vabbe, ho letto la prima parte dell’itinerario senza vedere la data! Ci sono già tutte le tappe! Ti adoro! 😍😍😍

    • cristina
      Posted at 16:12h, 15 giugno Rispondi

      ahahah si Ste, questo articolo è cosi richiesto che alla fine ho pensato di Ricondividerlo nuovamente. Trovi tutte e 4 le tappe del mio percorso, non perdertene nessuna!!!
      Sono tutte splendide 🙂

Post A Comment

*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: