Provenza : come organizzare un viaggio?

La prima domanda che affronti non appena programmi di visitare la Provenza è: “bene, quale parte vedere?”

In questa terra bisognerebbe andarci più e più volte: la costa mediterranea, i campi di lavanda, i villaggi arroccati e le città sono li che ti aspettano e a meno che non disponi di un tempo illimitato, devi necessariamente fare delle scelte.

Perciò per prima cosa:

  • Documentati sui luoghi

Documentati sui luoghi Provenza

Se prediligi una vacanza al mare informati su quali siano le spiagge più belle della costa, ugualmente per le città d’arte o per i paesaggi naturalistici.
Io, in base ai giorni a disposizione, ho stilato una lista di luoghi con tutte le principali informazioni (come arrivare, cosa vedere e parcheggi auto).

Un cosa importantissima: confronta i chilometri che distanziano le località che desideri visitare, cosi eviterai di trovarti un’intera giornata in viaggio!!!

  •  Scegli il mezzo di trasporto

Scegli il mezzo di trasporto Provenza

La Provenza è raggiungibile con qualsiasi mezzo, ma la moto e l’auto sono la scelta migliore. Il vantaggio della moto (e talvolta anche dell’auto) è quello di poterti fermare ad ammirare ogni panorama che incontri lungo il viaggio e di evitare il fastidioso traffico che si incontra nella stagione estiva, in particolare nella fascia costiera.

Il parcheggio non è mai un problema, ma sappi che sono tutti a pagamento (con costi leggermente sopra la media).

Il treno è un’altra valida alternativa ma non ti permette di addentrarti nella regione.
La soluzione più pratica e veloce che mi sento di consigliarti è sicuramente quella di noleggiare un’auto. Nel mio caso, la città di partenza è stata Roma.

Tantissime sono le compagnia a disposizione, io ultimamente sono venuta a conoscenza di EasyTerra, un sito di autonoleggio.
Attraverso il moto di ricerca di EasyTerra puoi confrontare i diversi prezzi delle più famose compagnie di noleggio auto, così da garantirti la vettura più conveniente in base alle tue necessità. Comodo no?

  • Scegli il periodo

Scegli il periodo Provenza

Quando andare in Provenza? Ovvio, Luglio. La lavanda è in fiore e i campi sprigionano un gradevole profumo che sotto il cielo azzurro d’estate diventa un’esperienza memorabile!

Maggio, Giugno e Settembre, Ottobre sono perfetti se vuoi girare lontano dai turisti ma con un clima ottimale.

  • Prenota l’hotel

Qui la scelta è ardua, sono tantissimi e per tutte le tasche: classici hotel, strutture sul mare, alberghi immersi nella campagna e fortezze medievali.

Io ho preferito prenotare l’hotel giorno per giorno in modo da avere la possibilità di scegliere quando e dove alloggiare. Ammetto che è un gran rischio, soprattutto ad Agosto, quando le strutture scarseggiano, ma io non ho avuto problemi, anzi, lo consiglio!

  • Altri accorgimenti

Ci sono delle App che mi hanno sicuramente aiutato negli spostamenti e che ritengo siano utilissime (alcune disponibili sia per Ios che per Android).

App Costa Azzura Provenza[ Ios  ]

App Costa Azzurra: ti permette di utilizzare la mappa offline e consultare i principali luoghi di interesse con vari consigli per i viaggiatori (inoltre, con il controllo GPS sai sempre dove ti trovi, il che è perfetto per una senza senso dell’orientamento come me).

App Waze Provenza[ Ios    –  Adroid ]

App Waze: non credo di aver scoperto l’acqua calda perché sono certa che la conosci già ma è stato fondamentale per spostarmi tra una zona e l’altra.
Si tratta di un navigatore dove tutti gli utenti condividono informazioni in tempo reale sul traffico permettendo all’applicazione di calcolare l’itinerario più veloce (o più breve) e di avere mappe costantemente aggiornate.

In questo modo ho evitato il traffico e calcolato l’itinerario più breve risparmiando tempo!
L’alternativa? Cartina alla mano 🙂

App Booking Provenza [ Ios    –   Android ]

App Booking: alzi la mano chi non è a conoscenza di questa meravigliosa piattaforma!
Vedo qualcuno sollevare un braccio. Bhè, allora te lo spiego: è il miglior servizio per la prenotazione di alloggi.

Basta aprire l’App, filtrare i risultati in base alle proprie esigenze, prenotare, ed il gioco è fatto! (spesso la cancellazione è gratuita e il pagamento può essere effettuato tranquillamente in hotel).


  •  E per concludere…

Armati di monete, ti serviranno sia per i parcheggi ma soprattutto per i caselli (la PostPay non viene accettata).

Ora, dopo le dovute informazioni non ti resta che preparare la valigia alla ricerca di questo luogo meraviglioso!

 

PS Ultima cosa che ritengo sia importantissima: viaggia in modo responsabile.
Questa magica Terra è ricca di luoghi incontaminati e la tua presenza avrà un impatto su tutto ciò che visiterai, perciò rispetta questi beni e ora… arricchisciti portando a casa occhi e cuore pieni di bei ricordi <3

Provenza:

i luoghi che non puoi perdere(1)

i luoghi che non puoi perdere(2)

i luoghi che non puoi perdere(3)

i luoghi che non puoi perdere(4)

Lascia un commento | Il tuo posto nel mondo

49 Comments
  • Viaggiando con Bea
    Posted at 11:23h, 28 settembre Rispondi

    Sei stata perfetta. Noi viaggiatori abbiamo bisogno di consultare siti come il tuo o, perchè no, anche il mio. Mi è piaciuto e lo rebloggo sicuramente. Se vuoi curiosare tra le mie esperienze francesi puoi consultare la mia costa azzurra o i paeseini dell’alsazia. Buona giornata Bea

    • iltuopostonelmondo
      Posted at 11:27h, 28 settembre Rispondi

      Ma grazie mille Bea! ? fa sempre un enorme piacere che il proprio lavoro venga apprezzato!
      Leggero con molto piacere i tuoi articoli, la Francia è da sempre nel mio ❤️

      • Viaggiando con Bea
        Posted at 17:49h, 28 settembre Rispondi

        Anche nel mio specialmente la Bretagna. Ci ritornerei molto volentieri. Ti aspetto nella Francia vista attraverso i miei occhi 🙂

        • iltuopostonelmondo
          Posted at 16:27h, 29 settembre Rispondi

          ohhhhh la Bretagna *_* devo lasciarmi coccolare dai tuoi racconti allora.

          • Viaggiando con Bea
            Posted at 18:40h, 01 ottobre

            Allora ti aspetto con piacere nei mii post sulla Bretagna e sulla Normandia. Se non ci sei mai stata è giunto il momento di rifare i bagagli e viaggiare verso Nord. Ciaoo

  • Roberta
    Posted at 12:09h, 28 settembre Rispondi

    Sono diversi anni che sogno un viaggio in Provenza. Spero che queste informazioni mi possano tornare utili la prossima estate 🙂

    • iltuopostonelmondo
      Posted at 12:15h, 28 settembre Rispondi

      Te lo auguro con tutto il cuore. Ci sono dei posti meravigliosi ad aspettarti, presto te ne parlerò sul blog ?

  • Elisadg
    Posted at 13:07h, 28 settembre Rispondi

    E’ vero la comodità di avere la macchina è proprio quella di poter toccare luoghi che in altri modi non si avrebbe l’opportunità di scoprire! Io non sono un’amante dei lunghi viaggi in macchina, ma se si tratta di fare brevi tratte ogni giorno si può fare! Quanti giorni sei stata?

    • iltuopostonelmondo
      Posted at 13:18h, 28 settembre Rispondi

      Si, per questi tipi di viaggio la macchina è fondamentale.
      Io ho fatto una decina di giorni ma posso assicurarti che se riesci ad organizzarti con le giuste tratte, non pesano per niente ?

  • UrsaMinor
    Posted at 15:36h, 28 settembre Rispondi

    La Provenza era un mio TravelDreams, stavo studiando un bell’itinerario che copriva Marsiglia e tutto l’entroterra…poi è successo quello che è sucesso. E’ bruttissima sta cosa ma al momento la Francia è da considerarsi quasi alla stregua dei territori mediorientali 🙁
    Che tu sappia su questo sito comparatore di noleggio auto si possono visualizzare anche compagnie locali che ti aprono la pratica anche senza possedere la [maledetta] carta di credito?
    Per il resto ho segnato tutto 😉

    • iltuopostonelmondo
      Posted at 16:22h, 29 settembre Rispondi

      Ciao Dani, la Provenza è stata un mio TravelDreams per anni, posso dire di essere riuscita ad esaudire un piccolo sogno <3
      Riguardo il sito di autonoleggio, non ne sono certa al 100% ma credo serva la carta di credito per aprire la pratica. Ma prometto di informarmi per bene e ti farò sapere!!!
      Un bacione :*

    • iltuopostonelmondo
      Posted at 09:01h, 04 ottobre Rispondi

      Dani ti confermo che non si può aprire la pratica senza carta di credito… sigh!

  • Claudia B. Voce del Verbo Partire
    Posted at 16:11h, 28 settembre Rispondi

    E’ da questa mattina che aspetto di leggere il tuo articolo, perché ovviamente io appartengo alla categoria di coloro che vorrebbero visitare la Provenza in moto…ecco perchè sono così interessata!
    Ora, purtroppo devo sempre fare a pugni col tempo limitato, con le reperibilità di mio marito, con mio marito -sempre lui- che cerca di ribellarsi alla mia mania di viaggiare -stresssss-, con il fatto che vorrei andare ovviamente a luglio…ma che se siamo fortunati, a luglio possiamo ritagliarci un massimo di 4 giorni e solo attorno al 28. Per cui ci sarebbe da correre, ma ne varrebbe comunque la pena!!!
    Seguirò anche i prossimi articoli, in quanto vorrei conoscere meglio le località, anche se da motociclisti vorremmo puntare soprattutto sulle Gole del Verdon. Ma in quattro giorni si può aggiungere altro, perciò meglio prendere appunti!!!
    Un abbraccio,
    Claudia B.

    • iltuopostonelmondo
      Posted at 16:26h, 29 settembre Rispondi

      Ciao Claudia, grazie per il tuo meraviglioso commento <3
      Ti capisco perfettamente: per me Luglio è un periodo NO per i viaggi, il lavoro difficilmente me lo permette.
      La Provenza in moto, è il modo (sta frase è da scioglilingua) più bello e pratico per conoscerla.
      Presto ti farò scoprire i luoghi più belli di questa regione, resta con me!
      Un abbraccio .*

      • Claudia B. Voce del Verbo Partire
        Posted at 17:32h, 13 giugno Rispondi

        Vedi quanto ero lungimirante, già sapevo che sarei andata in Provenza! Per fortuna possiamo approfittare della festività di giugno. Sempre poco tempo, ma almeno vediamo la lavanda!
        Mi munisco di moneta, ma ho un paio di dubbi. È passato troppo tempo dall’ultimo viaggio in Francia e non ricordo se i caselli sono come da noi o molto più fitti! Non so perché, però mi viene in mente una successione continua di caselli ogni tot chilometri.
        Altra cosa, quando parli di parcheggi a pagamento, intendi anche per le moto? Oppure ci sono i classici spazi come in Italia?
        Ti chiedo un’ultima cosa….per andare in Valensole a vedere la lavanda, sul navigatore imposto una località precisa? Hai qualche suggerimento? Poi lì diamo sfogo alla fantasia, ma dobbiamo comunque arrivare!
        Grazie in anticipo,
        Claudia B.

        • cristina
          Posted at 16:02h, 14 giugno Rispondi

          Che donna saggia… una parte di te era già preparata al grande viaggio!
          Allora, riguardo i caselli sono simili ai nostri, con la differenza che sono più ravvicinati e pertanto il pedaggio viene pagato più spesso (ricordi bene).
          Le moto, soprattutto nei piccoli borghi, hanno i parcheggi più ravvicinati e totalmente gratuiti.
          Riguardo la Valensole, è cosi che devi impostarla sul navigatore. Alla fine non c’è una strada particolare, è una zona totalmente ricoperta di campi di lavanda… oddio… potete portarmi con voi??? Vi pregoooo
          Un bacione Cla e mandami tante foto!!! :*

          • Claudia B. Voce del Verbo Partire
            Posted at 16:07h, 14 giugno

            Diciamo che mancano quattordici ore alla partenza (non le sto contando, eh!) e io non vedo l’ora! Sono elettrizzata e ti ringrazio per questi ultimi consigli utili che mi hai dato! Resti sempre la mia salvatrice di lavanda e, anche se nel bauletto non riesco a metterti (ti tradisco per la reflex, ahahahah!), sarà come se fossi con me! Seguimi sui social che la sera posto di certo qualcosa!!
            Cri, grazie davvero di tutto 🙂
            Bacioni,
            Claudia B.

          • admin
            Posted at 16:10h, 14 giugno

            La reflex viene subito dopo lo spazzolino quindi sei perdonata! 😂
            Ovvio che ti “stalkereró” sui social. Divertitevi e ti mando forte abbraccio 😘

  • Viaggiando con Bea
    Posted at 18:08h, 28 settembre Rispondi

    L’ha ribloggato su Viaggiando con Beae ha commentato:
    Con questo post così ben dettagliato la voglia di ritornare in Francia è a mille. Ciao a tutti e prendete nota dei buoni consigli di Cristina 🙂

  • Chiara Paglio
    Posted at 18:59h, 28 settembre Rispondi

    Ci piacerebbe molto organizzare per la Provenza! Grazie per le utili informazioni 🙂

  • Serena - Sognandoviaggi
    Posted at 21:37h, 28 settembre Rispondi

    Ciao Bea! Amo molto la Francia e la Provenza è una regione con moltissime attrattive, la tua guida è sicuramente molto utile! Prima o poi spero di andarci nel periodo di fioritura della lavanda, per ora ho avuto modo di visitare soltanto alcuni dei suoi paesini come tappe intermedie di un “tour de France” in tenda di qualche anno fa, che mi è rimasto nel cuore 🙂 Buona serata!

    • iltuopostonelmondo
      Posted at 16:30h, 29 settembre Rispondi

      Ma che spettacolo il Tour in tenda!!!
      In attesa di scoprire la meravigliosa Provenza, sono curiosa di chiederti cosa hai visitato durante le tappe intermedie? 🙂

      • sognandoviaggi
        Posted at 13:38h, 30 settembre Rispondi

        Siamo partiti da Genova, facendo tappa a Entrevaux, Castellane, alle Gole del Verdon e alle Gole del Daluis. Poi ci siamo spostati ad Arles, Nimes e Avignone, per proseguire nei giorni seguenti per Carcassonne, la Dune du Pylat (spettacolare!) e i Castelli della Loira che erano la nostra meta principale. Al ritorno abbiamo aggiunto una tappa a Lione. Tra tutte le vacanze fatte, è quella che mi è rimasta di più nel cuore! Non ho ancora avuto modo di raccontarla nel blog, ma di alcuni luoghi ho scritto singolarmente, se ti fa piacere passa a dare un’occhiata e lasciami un commentino 🙂 P.s. Sogno di tornare in Francia non solo per la Provenza e la sua lavanda, ma anche per Bretagna e Normandia, che devono essere splendide <3

        • iltuopostonelmondo
          Posted at 14:57h, 30 settembre Rispondi

          Ciao Serena! Molte delle tue tappe non facevano parte delle mie quindi sono curiosissima di conoscerle attraverso i tuoi occhi!
          E si, la Bretagna e la Normandia sono un’altro piccolo sogno nel cassetto. La Francia voglio scoprirla tutta ?

  • inworldshoes
    Posted at 18:25h, 29 settembre Rispondi

    Super!
    Sai quanto adoriamo questa terra e anche noi ci siamo mossi in auto che è il modo migliore per non perdersi nessuna esperienza!
    Però, nonostante due viaggi, ancora ci mancano parecchie cose da vedere!
    Dobbiamo recuperare…io ci tornerei anche domani! <3

    • iltuopostonelmondo
      Posted at 09:45h, 30 settembre Rispondi

      Bentornati ragazzi!!! 🙂 Si, so bene quanto amore provate per la Provenza, adesso vi capisco bene…
      Credo non ci sia un minimo di volte per tornarci, ogni volta c’è sempre qualcosa da vedere, per me è stato un arrivederci <3

  • Max510
    Posted at 20:30h, 29 settembre Rispondi

    Ciao Cristina.
    Vado molto spesso in Provenza, direi quasi ogni anno anche solo per un weekend a volte…
    Confermo che è bellissima ed andrebbe visitata più volte, perché c’è sempre qualcosa da scoprire…
    Ma, solo un paio di appunti se mi permetti, o consigli se vuoi…
    I parcheggi NON sono tutti a pagamento in Provenza; forse in Costa Azzurra o nelle località di mare in genere, nelle città come Avignone ed Arles ad esempio… però in moltissimi borghi non ci sono o sono in numero limitato. Basta fare qualche breve passeggiata… 😉
    Per le Autostrade, sono tranquillamente accettate le carte di credito Visa e Mastercard… ed a meno che non si viaggi lungo la costa, suggerisco di evitarle perché sulle statali francesi si viaggia molto bene ed alla giusta velocità.
    Se si va in luglio per la lavanda, a secondo della zona ci sono tempistiche di fioritura diversa date dal clima… nel Luberon ad esempio è mediamente più indietro di un paio di settimane rispetto al Plateau di Valensole… e quindi è possibile trovarla anche ai primi di agosto, ed è ovviamente molto soggetta al clima stagionale primaverile…
    Ed il consiglio cui tengo di più é, quando possibile, di non alloggiare in hotel, ma nelle Chambre d’Hotes (i B&B francesi) a contatto diretto coi locali. Magari si spende qualcosa in più, ma ne vale sempre la pena.
    Au Revoir 😀
    Max

    • iltuopostonelmondo
      Posted at 10:05h, 30 settembre Rispondi

      Ciao Max, grazie mille per il commento. Lo apprezzo moltissimo.
      Allora, riguardo i parcheggi, ammetto di averli sempre trovati a pagamento, presto scoprirai in quali luoghi. Con questo non voglio dire che non ce ne siano di gratuiti, ma spesso, quando si va in una “terra straniera”, preferisco essere sicura di lasciare l’auto in una zona “tranquilla”.
      In autostrada ho trovato difficoltà perché avevo la Postpay e il BancoPosta (entrambe non me le hanno accettate) mentre so che per Masterdard e carte di credito non ci sono problemi.
      Ed ora la lavanda: io sono stata i primi di agosto e si, sono stata fortunata perché ho cercato disperatamente un luogo che l’avesse ancora ma ammetto che non era quel viola acceso, tipico della fioritura di Luglio.
      Pienamente d’accordo anche sui B&B, ce ne sono tantissimi e tutti meravigliosamente arredati in stile provenzale, che io adoro <3
      TI ringrazio tantissimo per i tuoi consigli, ne farò tesoro. Un abbraccio 🙂

  • Silvia Demick
    Posted at 21:42h, 29 settembre Rispondi

    Grazie per le informazioni utilissime! Sicuramente la macchina è il mezzo più comodo (ho troppa paura della moto) per spostarsi da un paesino all’altro. La Provenza è relativamente vicina a casa mia ma purtroppo non le ho mai dedicato la giusta attenzione: mi salvo i tuoi consigli – chissà, magari la prossima primavera 🙂

    • iltuopostonelmondo
      Posted at 10:08h, 30 settembre Rispondi

      Ciao Silvia! Grazie a te per essere passata di qua 🙂
      La Provenza in moto è l’ideale per spostarsi ma capisco la tua paura, io non sono da meno (ahahah) se avessi l’opportunità di averla “vicina” per me sarebbe una rovina, me ne sono talmente innamorata che rischierei ogni week-end di farci un salto XD

  • Andrea - Impronte Nel Mondo
    Posted at 09:00h, 30 settembre Rispondi

    La Provenza…che meraviglia!!! Ci siamo stati diversi anni fa, proprio durante la fioritura della lavanda. I colori erano uno spettacolo e i profumi inebrianti!
    Ma…ora che ci penso…è passato troppo tempo: è decisamente ora di tornarci. Quasi quasi organizziamo…
    Grazie per i suggerimenti!
    Andrea

    • iltuopostonelmondo
      Posted at 10:48h, 30 settembre Rispondi

      Hai ragione: una cosa che rimane impressa sono i profumi, il profumo della lavanda precisamente.
      Non ho avuto il piacere di assistere alla fioritura, mi ritengo ugualmente fortunata però, nonostante fosse agosto, qualche campo era ancora pieno *_* saltellavo come una bimba qua e là ahahha
      PS quando ritornate mi portate con voi? 😛

  • wayabroad
    Posted at 12:03h, 30 settembre Rispondi

    Hai scritto una guida davvero molto dettagliata e utilissima, complimenti! 🙂 Di sicuro la Provenza merita di essere visitata a luglio come hai scritto tu, durante il periodo di fioritura della lavanda. Se intendi ritornarci non perderti la festa della lavanda (ti consiglio quella di Sault che si tiene ogni anno il 15 agosto) durante la quale si può assistere al taglio della lavanda!
    Ti auguro una buona giornata ?

    • iltuopostonelmondo
      Posted at 12:07h, 30 settembre Rispondi

      Ciao Federica! Grazie mille 🙂
      Ero preparatissima per la festa della lavanda, purtroppo sono rientrata un paio di giorni prima del grande evento… peccato… dovrò tornarci! XD
      Un bacione :*

      • wayabroad
        Posted at 12:12h, 30 settembre Rispondi

        Si devi assolutamente! Se vuoi vedere delle foto sulla festa di Sault le trovi sul mio blog, ho scritto un post facendo dei paragoni tra la festa di Valensole e quella di Sault e personalmente ho preferito Sault! Te lo dico così se intendi ritornarci sai quando prendere le ferie 🙂
        Un bacione anche a te! ?

        • iltuopostonelmondo
          Posted at 14:47h, 30 settembre Rispondi

          Questi consigli sono preziosissimi!!! Sono andata a vedere la festa di Sault, è meravigliosa! *_*

          • wayabroad
            Posted at 16:26h, 30 settembre

            Sono contenta, immaginavo che ti sarebbe piaciuta ?

  • Agnese - I'll B right back
    Posted at 12:29h, 07 ottobre Rispondi

    Ciao cara, molto utile questo post! Quando si parla di Provenza si pensa sempre e solo ai campi di lavanda, ma sono sicura che ci sia molto, molto più di questo! Si tratta di uno di quei viaggi da programmare bene per non rischiare di perdersi qualcosa e doversi mangiare le mani dopo…quindi è sicuramente utile una guida come questa 🙂

    • iltuopostonelmondo
      Posted at 12:46h, 07 ottobre Rispondi

      Grazie Agnese!!! Si, io utilizzando questa “guida” non ho trovato davvero nessun problema.
      Se ti fa piacere, dalla prossima settimana pubblicherò tutti i principali luoghi da non perdere, sono meravigliosi, se ti va, vieni a dare un’occhiata!
      Un bacione ?

  • PROVENZA: i luoghi che non puoi perdere(1) | Il tuo posto nel mondo
    Posted at 09:27h, 19 ottobre Rispondi

    […] PROVENZA: come organizzare un viaggio? […]

  • PROVENZA: i luoghi che non puoi perdere(2) | Il tuo posto nel mondo
    Posted at 09:19h, 26 ottobre Rispondi

    […] PROVENZA: come organizzare un viaggio? […]

  • PROVENZA: i luoghi che non puoi perdere(3) | Il tuo posto nel mondo
    Posted at 10:21h, 02 novembre Rispondi

    […] PROVENZA: come organizzare un viaggio? […]

  • PROVENZA: i luoghi che non puoi perdere(4) | Il tuo posto nel mondo
    Posted at 09:11h, 09 novembre Rispondi

    […] PROVENZA: come organizzare un viaggio? […]

  • manu
    Posted at 12:37h, 10 novembre Rispondi

    Che mondo sarebbe senza Waze! Anche noi lo usiamo sempre quando viaggiamo in auto e non solo anche per orientarci a piedi. Bellissimi articoli questo sulla Provenza molto utili per chi come me ha vistato solo le cittadine più note. Stupenda!

    • iltuopostonelmondo
      Posted at 11:05h, 11 novembre Rispondi

      ahahah hai ragione! Waze mi ha salvato la vita in più di un’occasione. E’ bello sapere di non essere l’unica senza un grande senso dell’orientamento XD
      Un bacione Manu :*

Post A Comment

*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: